I misteri del castello

Cap 1. La falsa porta falsa

Beppe D’ercole
… la cosa più importante è la discussione che ne è seguita e che ha già generato una modifica in  WIKIPEDIA. La Porta “prima o reale”, quella che da su Piazza Libertini, NON E’ UNA PORTA FALSA: stronchiamo sul nascere le sciocchezze!
(Sono già un paio di settimane che ce la rimuginavamo: Porta Falsa! Ma si può? Si può, a Lecce si può! La fantasia al potere)…
Paul Arthur
A parte il fatto che ultimamente viene totalmente ignorato dalla stampa il fatto che l’Università del Salento ha condotto ricerche presso il Castello di Lecce, detto ‘Carlo V’, da almeno 20 anni, continua a stupirmi il fatto che la porta del castello che apre su Piazza Libertini viene continuamente riferito come “Porta Falsa” o “Porta del Soccorso” senza alcuna prova in merito, dalla stampa (oggi sul Quotidiano, per ultimo), dal Comune e dalla Soprintendenza. Nel ‘500 viene citata la porta, presumibilmente una posterula, in vari momenti (p.es. A.S.N., Diversi della Sommaria), “alla cortina de la Porta Falsa verso la Torre Mastra” e ancora “ad la cortina de la Porta Falsa verso lo Spontone Vecchio”. E’ possibile che l’entrata principale al castello da fuori città viene chiamata “Porta Falsa”? Per quale motivo?
Segui la discussione su FaceBook
Carlo V, altro che Porta “Falsa”«Potrebbe essere quella “regale”»
Le interviste  a due professori dell’Università del Salento, Paul Arthur, ordinario di
Archeologia Medievale, e Benedetto Vetere, ordinario di Storia Medievale in il Quotidiano di Lecce di Martedì 2 Gennaio 2018
____________________________________________
Post pubblicato il 2 gennaio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *